2018 Prevenzione delle frodi del Call Center

Editore: admin | 03-19-2018

Ci sono artisti della truffa che passano ore a chiamare i centri di assistenza clienti di banche, compagnie assicurative e altre istituzioni, fingendo di essere come te, per tentare di accedere agli account. Questi crimini sono più che raddoppiati nell'ultimo anno. "Questo perché i rappresentanti chiedono solo un paio di semplici domande di autenticazione - forse il nome da nubile di tua madre o il tuo numero di previdenza sociale - prima di poter trasferire denaro o fare qualsiasi cosa", spiega Ken Shuman di Pindrop, una società che fornisce servizi antifrode ai call center.

I truffatori iniziano raccogliendo informazioni su di te, rubate in caso di violazione dei dati, acquistate sul "dark web" o raccolte con una semplice ricerca su Google. Quindi, lavorando da locali caldaie (spesso all'estero), passano tutto il giorno a telefonare a diversi call center per determinare se si hanno conti con quelle società. Con i tuoi dati in mano, possono spesso rispondere alle domande di autenticazione che i call center chiedono.

I PIN ATM sono particolarmente apprezzati e vulnerabili, aggiunge Shuman. Osserva che ci sono solo 10.000 combinazioni possibili per un PIN di quattro cifre. A meno che il sistema di una banca non blocchi le chiamate dopo diversi tentativi - e alcuni non lo fanno - ci sono truffatori che richiamano 150 volte al giorno, provando diversi PIN finché non lo fanno correttamente. Quindi si collegano immediatamente come te, cambiano il PIN e acquisiscono il tuo account.